Arcano Maggiore 7 – Il Carro

Arcano Maggiore dei Tarocchi n.7

Il Carro

Arcano Maggiore Il Carro: espressione di forza morale e di maestria nel condurre la propria esistenza.

L’Innamorato, l’Arcano n°6 , ha deciso , ha scelto il suo lato più vero. Ha scelto l’impegno con sé stesso. Ha deliberatamente scartato la parte grossolana e grottesca dell’offerta quotidiana del grande circo. Non gli interessa ottenere facilmente risultati mediocri e a scadenza. Sa di aver operato la scelta giusta, ora lo attende un arduo lavoro. E’ salito sul carro della sua intelligenza e della sua sensibilità. Come il cocchiere della lama, dovrà governare il  proprio inconscio e giungere a destinazione. L’abile condottiero dell’Arcano Maggiore n°7 , il Carro, impugna lo scettro, come l’Imperatore. Sarà ancora una volta la sua volontà a portarlo avanti nel suo compito.

arcano-maggiore-il carro

Davanti al carro due cavalli, uno bianco ed uno nero, puntano in direzioni diverse. Ancora una volta viene richiesta la forza della volontà per mantenere il controllo sui nostri lati oscuri (il cavallo nero) e dirigere bene i nostri buoni propositi (il cavallo bianco).

E’ noto come non sia cosa facile abbandonare una cattiva abitudine. Il cocchiere sta sperimentando  quanto sia difficile governare la paura , la  rabbia , il rancore e l’avidità per far avanzare al giusto passo , la fiducia , la serenità , l’apertura al nuovo e all’abbondanza. Dovrà ricorrere a tutte le proprie forze per mantenere vivo il desiderio di proseguire nella meravigliosa ricerca di sé , in modo da lasciare sempre meno terreno all’oscurità , grande amica del caos.

Imparerà ad utilizzare la forza animalesca dei due cavalli , per farla diventare carburante prezioso per la combustione delle idee. Avrà modo così, come un antico e coraggioso condottiero, di proclamarsi vittorioso sulle sue paure e sulle sue tristezze.

 

Potete acquistare la Monografia dell’Arcano Maggiore Il Carro, su Amazon, cliccando sulla copertina del libro.

Se volete acquistare la versione per Android e Tablet la trovate qui:

http://bit.ly/ilcarrogooglebooks

Se invece volete acquistare la monografia per iPad o per iPhone potete cliccare qui: http://bit.ly/carroitunes

arcano-maggiore-il carro

Se invece desiderate la versione epub, potete trovarla qui:

http://bit.ly/carrostreetlib

Arcano Maggiore 6 – L’Innamorato

Arcano Maggiore dei Tarocchi n.6

L’Innamorato

Arcano Maggiore 6, l’Innamorato è un ulteriore passo in avanti nel percorso evolutivo dei tarocchi. Ancora avvolti nell’atmosfera di quiete riflessiva instillata dal Papa, avanziamo verso un altro aspetto importante dell’autoconoscenza. Il passaggio successivo allo Ierophante è, appunto, l’Arcano n°6 l’Innamorato. Dopo aver ricevuto tutte le indicazioni dal Papa, riguardo la nostra ritrovata unità, adesso diventiamo protagonisti di un nuovo passaggio. Il giovane che appare sulla carta, è indeciso nella scelta tra due fanciulle, una appariscente e intrigante , l’altra sobria  ed equilibrata.

Tutto si svolge sotto  lo sguardo dell’Angelo che lo osserva, pronto a scoccare la freccia dell’Amore. Ora siamo consapevoli della nostra natura. Gli aspetti materiali, il bisogno di controllo, l’avidità, la paura del fallimento, sono tutte emozioni potenti che riescono molte volte, a carpire completamente la nostra attenzione. Per contro, la tolleranza, la semplicità, la serenità, la disponibilità a cambiare sono possibilità che molto spesso non ci concediamo. Tendiamo ad uniformarci al clima di paura che ci suggeriscono immagini e situazioni quotidiane.

arcano maggiore 6- l'innamorato

Avere il coraggio di scegliere la strada legata alla nostra unicità, non è facile. Accettare di misurarsi con questo tipo di meccanismi , facendo conto sulla propria moralità e serenità, non è facile. Avremo a che fare  con  i fantasmi delle nostre paure , i più pericolosi. Il  senso di precarietà, il rancore, il potere e l’egoismo, sono figli del nostro distacco dalla componente più preziosa di noi stessi , la nostra anima.

Questa carta rappresenta il concetto di scelta nel senso più alto del termine. Ci vuole ricordare che, nella nostra vita, nel nostro quotidiano, compiamo migliaia di scelte, grandi o piccole, ogni giorno.

 

Potete acquistare la Monografia dell’Arcano Maggiore l’Innamorato, su Amazon, cliccando sulla copertina del libro.

Se volete acquistare la versione per Android e Tablet la trovate qui:

http://bit.ly/innamoratogooglebooks

Se invece volete acquistare la monografia per iPad o per iPhone potete cliccare qui: http://bit.ly/innamoratoitunes

arcano-maggiore-innamorato

Se invece desiderate la versione epub, potete trovarla qui:

http://bit.ly/innamoratostreetlib

Arcano Maggiore 5 – Il Papa

Arcano Maggiore dei Tarocchi n.5

Il Papa

Arcano Maggiore il Papa: la diretta conseguenza dell’opera dell’Imperatore. La volontà dell’Imperatore, infatti, ci ha condotto fin qua. La potenza dell’intelletto ha materializzato per noi, questo saggio Ierophante. Il Papa, nella carta, mostra la sua figura appoggiata ad un pastorale,simbolo del sostegno spirituale.

Lo Ierophante è un ponte,è il luogo  in cui ascoltiamo noi stessi e ci fermiamo a riflettere. La figura benedicente ha di fronte due persone, le due figure rappresentano la polarità maschile ( la figura di destra) e quella femminile (la figura di sinistra). Le benedice,benedice la loro unione secondo i sacri valori del vincolo spirituale. Questa  azione è sospesa nel tempo. L’atto del Papa sembra statico e ci suggerisce di concederci la possibilità di riunire i nostri due aspetti fondamentali della personalità secondo la nostra primaria scala di valori morali.

arcano maggiore il papa

Ci insegna che in silenzio possiamo trovare l’accesso al nostro mondo interiore. Possiamo farci mediatori del nostro interno. Possiamo diventare capaci di ascoltare quanto si agita dentro di noi e riuscire a discernere la voce della volontà divina e rifletterla all’esterno senza distorcerla. Operando in questo modo,il Papa è il principio attraverso cui possiamo esaltare le singole qualità del nostro aspetto maschile e femminile.

Il Papa è il ponte tra  noi e il nostro Io Supremo. Il gesto più importante che evidenzia la lama, è la benedizione  che il Papa impartisce ai discepoli che stanno di fronte a lui. Come abbiamo già detto, le due figure rappresentano le due polarità che albergano in ogni essere umano.

 

Potete acquistare la Monografia dell’Arcano Maggiore il Papa, su Amazon, cliccando sulla copertina del libro.

Se volete acquistare la versione per Android o per Tablet la trovate qui:

http://bit.ly/papagooglebooks

Se invece volete acquistare la monografia per iPad o per iPhone potete cliccare qui:  http://bit.ly/papaitunes

arcano-maggiore-il-papaSe invece desiderate la versione epub, potete trovarla qui:

http://bit.ly/papastreetlib

Arcano Maggiore 4 – Imperatore

Arcano Maggiore dei Tarocchi n.4

L’Imperatore

 

L’Imperatore, Arcano Maggiore 4 è il simbolo della stabilità, dell’autorità. L’Imperatrice, la carta precedente, ci ha condotto  nell’Universo della possibilità creativa. Con la carta dell’Imperatore impariamo a condurre in porto questa creatività.

Esso ci appare seduto su un trono, in mano regge lo  scettro del comando e ai suoi piedi compare nuovamente lo stemma dell’aquila araldica. La sua figura è vista di profilo ed ha la gamba destra accavallata sulla sinistra. Questa posizione è significativa. L’imperatrice si presentava seduta frontalmente e con lo stemma dell’aquila sul ginocchio sinistro, sorretto dalla mano sinistra. La destra tiene lo scettro. Questo significa che il suo lato sinistro, quello legato alle emozioni, ai sentimenti, alle  intuizioni secondo le interpretazioni più seguite, utilizza la forza di  questo nobile rapace per esprimersi. L’aquila rappresenta infatti,  la fierezza, il coraggio, la regalità.

arcano maggiore imperatore

L’Imperatrice quindi ci comunica che utilizza al momento queste due caratteristiche:la fierezza dell’aquila e il potere di agire dello scettro. L’Imperatore ci mostra, ora, il passaggio successivo. Il nostro io più profondo, dopo essere riuscito a creare con l’aiuto dell’Imperatrice, si sofferma a riflettere su ciò che ha creato. L’Imperatore è in una posa “conclusiva”. Di profilo, sembra osservare qualcosa…….l’esito dei suoi sforzi. L’aquila è collocata ai suoi piedi: ha espletato il suo compito e lui ne ribadisce il controllo con questa collocazione. La gamba accavallata è propria di una posizione di riposo,di quiete. Solo lo scettro ben saldo in mano sta a  significare che c’è ancora qualcosa da fare.

Ed è questo che l’Imperatore sta osservando. Osserva quieto la rappresentazione della sua creazione e riflette su ciò che necessita.

 

 

Potete acquistare la Monografia dell’Arcano Maggiore l’Imperatore, su Amazon, cliccando sulla copertina del libro.

Se volete acquistare la versione per Android e Tablet la trovate qui: http://bit.ly/imperatoregooglebooks

Se invece volete acquistare la monografia per iPad e iPhone potete cliccare qui: http://bit.ly/imperatoreitunes

arcano-maggiore-imperatore

Se invece desiderate la versione epub la potete trovare qui:

http://bit.ly/imperatorestreetlib

 

Arcano Maggiore 3 L’Imperatrice

Arcano Maggiore dei Tarocchi n. 3

L’Imperatrice

Arcano Maggiore 3, l’Imperatrice, è la messa in pratica della dominazione della forza sulla materia, della coscienza sulla forza e del pensiero sottile, il mondo delle idee, sulla coscienza. L’immagine ce la mostra seduta su un trono, con in testa una corona, nella mano destra uno scettro e nella sinistra uno scudo con l’immagine di un’aquila.arcano-n-3-imperatrice

L’Arcano n° 3 , l’Imperatrice, ha una corona lo scettro e lo scudo, che sono gli   strumenti dell’esercizio del potere che essa esercita sulla propria coscienza. La testa coronata, infatti , è il potere del pensiero superiore sulla coscienza (il pensiero coerente che conduce l’anima a partorire la chiarezza di intenti), il braccio destro, tiene lo scettro che termina con il globo dorato e la croce, rappresenta il potere della consapevolezza sulla forza, (la lealtà verso se stessi e gli altri, acuisce il sentimento di autorevolezza, anticamera del vero potere) e il braccio sinistro che tiene lo scudo raffigurante un’aquila, significa il potere dell’energia sulla massa informe delle idee (il coraggio, la fierezza e la potenza dell’intelletto, hanno la meglio sul caos delle emozioni).

 

La potenza fecondatrice dell’Arcano n°3 , può agire in ogni campo. Che si tratti di una nuova idea, di un’opera d’arte, della nascita di un bambino, della ristrutturazione della nostra vita , poco importa. Quello che conta è che la legge della rigenerazione opera sempre attraverso la verità e la volontà.

 

Potete acquistare la Monografia dell’Arcano Maggiore l’Imperatrice, su Amazon, cliccando sulla copertina del libro.

Se volete acquistare la versione per Android e Tablet la trovare qui:

http://bit.ly/imperatricegooglebooks

Se invece volete acquistare la monografia per iPad o iPhone potete cliccare qui: http://bit.ly/imperatriceitunes

 

arcano-maggiore-imperatriceSe desiderate la versione epub, potete trovarla qui:

http://bit.ly/imperatricestreetlib

 

 

Tarocchi Marsigliesi

I Tarocchi Marsigliesi

Storia, interpretazione e simboli

Per i Tarocchi Marsigliesi, non vi sono date certe di riferimento in merito alla loro creazione. I Tarocchi di Marsiglia sono stati chiamati così perché adottati dalla città della Francia che ha beneficiato di una posizione di esclusiva nella produzione di questo tipo di carte pur non avendole inventate. Nonostante i primi mazzi di cui si ha notizia risalgano al XVIII secolo, lo stile delle carte a semi italiani fa preferire l’origine latina di questo tipo di mazzo diffusosi, molto probabilmente, dalla Lombardia in territorio francese. Uno dei modelli più conosciuti dei tarocchi di Marsiglia fu inciso su legno dal francese Claude Burdel nel 1751. L’artista aveva “firmato” il mazzo contrassegnando la carta  de “Il Carro” con le sue iniziali, apponendo poi la sua firma completa sulla carta del 2 di Denari. Gli Arcani Maggiori sono a figura intera e contrassegnati con numeri romani, mentre la carta della Morte è numerata ma non porta nome. Nel mazzo originario le scritte erano in un  francese privo di accenti, di apostrofi e approssimativo. Anche i disegni relativi alle figure erano dei modelli piuttosto stilizzati, a carattere rinascimentale. In seguito, il mazzo fu poi rielaborato correttamente dal francese Grimaud, e ristampato nel XIX secolo, portandolo a noi nella sua forma attuale.

Il mazzo dei Tarocchi Marsigliesi è considerato il mazzo di Tarocchi per eccellenza.

E’ uno dei mazzi più famosi e il più noti, conosciuto anche dai non addetti ai lavori. Anche chi non ha dimestichezza con la storia dei Tarocchi, infatti, in qualche occasione può aver sentito parlare dei Tarocchi Marsigliesi, soprattutto per il famoso restauro curato da Alejandro Jodorowsky. La sua ultima versione ce lo mostra come un mazzo essenziale ma non banale; molto evocativo, per immagini e colori, apprezzato da chi richiede ai Tarocchi, un impatto immediato per simbolo e allegoria. Questo mazzo comunica con chi lo interroga, ispirando idee e concetti in modo semplice, rapido ma che esprime verità profonde, leggi universali.

Se desiderate acquistarli potete farlo a questo link: http://amzn.to/2jQouwJ

tarocchi-marsigliesi-universaliInvito i lettori e gli allievi, a consultare anche il mio ultimo libro:

“Tarocchi – La Guida Completa”

che potete trovare a questo link: http://amzn.to/2kLH4oc

tarocchi-guida-completa-interpretazione

Per dubbi o domande non esitate a scrivermi.

Buon apprendimento!

 

 

Arcano Maggiore 2- La Papessa

Arcano Maggiore dei Tarocchi n.2

La Papessa

Il Significato dell’Arcano Maggiore dei Tarocchi “La Papessa” racchiude il concetto di ‘mistero’ per eccellenza. Invita al silenzio interiore per raggiungere lo stato di consapevolezza pura.

L’Arcano Maggiore la Papessa, rappresenta la saggezza, la personificazione del mistero e dell’energia pura. La Papessa è l’Arcano Maggiore dei Tarocchi definito del ‘binario’ che dipende dalla coscienza, dall’attività spontanea e dalla sua riflessione. Si fa riferimento, qui, alla sua valenza numerica che è 2. La Papessa è l’Arcano della trasformazione dell’atto puro, in manifestazione, dalla manifestazione in  immagine come memoria, dall’immagine come memoria in parole, dalla parola in carattere scritto come tradizione tramandata. In altri termini la carta della Papessa, ci dice che il pensiero, veicolato correttamente, può raggiungere la sua maturità, fornendoci, a processo avvenuto, una vasta gamma di spunti come esperienza, dalla quale attingere in caso di necessità.Arcano Maggiore n° 2-La Papessa  Si tratta di meditare sulle nostre esperienze, sugli eventi della nostra vita, avendo cura di utilizzare la saggezza che, l’Arcano dei Tarocchi n° 2, esprime in modo chiaro nella simbologia della carta. Esaminiamo i simboli di questa carta dei Tarocchi. La Papessa indossa una tiara a tre piani e tiene un libro sulle ginocchia. La tiara è tempestata di pietre preziose e suggerisce l’idea che è in tre tappe che, il processo di consapevolezza, discende attraverso i tre piani della coscienza (formulazione del pensiero, comprensione del pensiero, trasposizione del concetto nella realtà),  prima di arrivare alla quarta tappa: la sua manifestazione consapevole. La carta della Papessa, quindi, rappresenta la tappa della discesa del pensiero, della riflessione, della rivelazione. Il  pensiero, dopo il piccolo cerchio superiore della sua tiara,  è sceso fino al libro aperto sulle sue ginocchia, che indica la ‘conoscenza’, l’aver compreso. La postura della carta della Papessa, pertanto, è in accordo con il suo ruolo: essa è seduta. Questa posizione indica il metodo pratico della Gnosi, espresso attraverso il significato dei simboli sulle carte dei Tarocchi. Mentre il Mago è in piedi e operativo cioè “osa”, la Papessa è in  meditazione, seduta e “sa”. La trasformazione da “osare” in “sapere”, comporta questo cambiamento di posizione dal Bagatto, o Mago, alla Papessa. Secondo l’interpretazione Kabbalistica, la seconda carta degli Arcani Maggiori, corrisponde alla seconda lettera dell’Alfabeto Ebraico: BEIT lettera ebraica Beit che significa “casa”. La Beit in ebraico, è considerata l’archetipo di tutti i recipienti. La sua forma grafica mostra un ideogramma che ha il sopra, il sotto, e il lato destro chiusi, mentre il lato sinistro è aperto. Da questo lato, secondo la Kabbalah, provengono le forze negative. La Beit è aperta a sinistra per dare la possibilità al male di esistere e quindi consentire anche alla libertà di scelta, di poter essere richiamata, ovvero il ‘libero arbitrio’. Ancora una volta troviamo la dualità come dicotomia tra bene e male. Se la Alef , abbinata all’Arcano Maggiore n°1, il Mago, è la lettera dell’energia creatrice, la Beit, associata all’Arcano Maggiore n° 2 la Papessa, è la creazione stessa che incomincia con l’atto di libera scelta, la libertà di scegliere la luce dell’intelletto.

Potete acquistare la Monografia dell’Arcano Maggiore La Papessa, su Amazon, cliccando sulla copertina del libro o su questo link: http://amzn.to/2kLyZQy

Se volete acquistare il formato per Android e Tablet la trovate qui:

http://bit.ly/papessagooglebooks

Se invece volete acquistare la monografia per iPad e per iPhone potete cliccare qui: http://bit.ly/papessaitunes

arcano-maggiore-la-papessaSe desiderate la versione epub potete trovarla qui:

http://bit.ly/papessastreetlib

Arcano Maggiore 1- Il Mago

Arcano Maggiore dei Tarocchi n.1

Il Mago

L’Arcano Maggiore il Mago,ha un significato articolato e complesso. L’Arcano Maggiore detto il Mago o Bagatto, è un personaggio molto particolare, definito anche “Arcano degli Arcani”, poiché ci rivela cosa occorre sapere e potere, per entrare alla Scuola degli Esercizi Spirituali degli Arcani Maggiori.

Questa figura , ci porge il metodo di approccio alla psicologia degli Arcani, attingendo al procedimento adottato dalla Scuola Pitagorica : “TACERE, SAPERE, POTERE E OSARE”.Arcano Maggiore n°1 Il Mago

Queste  sono le quattro fasi determinanti per l’apprendimento.

TACERE , perché solo nel silenzio dell’animo e della meditazione troviamo la Via.

SAPERE , perché è attraverso la conoscenza, lo studio che otteniamo i mezzi per proseguire, dalla

cultura traiamo i modelli per interpretare gli eventi.

POTERE , perché la Conoscenza ci libera dalle nubi dell’ignoranza e ci dà la forza d’animo e la

possibilità di decodificare le nostre azioni.

OSARE ,perché dopo aver attraversato il Deserto , l’anima ha raccolto in sé tutta la forza e la Conoscenza e può aspirare ad esercitare il suo potere .  La carta ci mostra  il Mago in piedi, vestito con un abito lussuoso di colore rosso. Ha in testa un cappello con la tesa rivolta a formare un “otto”: il simbolo dell’Infinito. Questo simbolo riporta alla ciclicità di ogni evento , introduce il concetto di ritmo, della respirazione, della circolazione, è il simbolo del ritmo eterno o, se vogliamo , dell’ eternità del ritmo.

L’Arcano Maggiore n°1 dei Tarocchi,Il Mago, rappresenta dunque, lo stato  di concentrazione senza sforzo, lo vediamo dal suo sguardo che si perde nel lontano e che ritroveremo in altre lame più avanti, come prerogativa della meditazione. Il fatto che egli agisca senza nessuna difficoltà, vuole sottolineare che questo sereno distacco, lo porta a trasformare il proprio lavoro in gioco.

Ecco il primo insegnamento pratico: portare leggerezza in ogni cosa, privandola così dell’aspetto grave e condizionante di prova, giudizio, metro, schematizzazione e, di conseguenza, “Limite”.

Esaminando la carta del Bagatto come Numero 1, secondo l’alfabeto ebraico, vediamo che è associata alla lettera “Alef” che significa “Unione degli opposti”.  lettera aleph-arcano maggiore il mago

Come n°1 l’Alef rappresenta l’unità e l’unicità del Principio creatore.

Si riferisce anche alla individualità realizzata: ogni persona è un essere unico e irripetibile e ognuno di noi deve scoprire queste qualità individuali, attraverso un “lavoro” che sembra un “gioco”, con leggerezza, permettendo ai propri talenti di affacciarsi alla coscienza, unendo così le due parti della personalità in un unico formidabile e portentoso concetto: “Io sono”.

Questo è l’insegnamento e il significato profondo dell’Arcano Maggiore n°1 dei Tarocchi: Il Mago

 

Potete acquistare la Monografia dell’Arcano Maggiore Il Mago su Amazon, cliccando sulla copertina del libro.

Se volete acquistare la versione per Android e Tablet la trovate qui: http://bit.ly/magogooglebooks

Se invece volete acquistare la monografia per iPad o iPhone potete cliccare qui:  http://bit.ly/magoitunes

monografia-arcano-il-magoSe invece volete la versione epub, la trovate qui:

http://bit.ly/magostrretlib

Immagini dei Tarocchi

Le immagini dei Tarocchi

Immagini dei Tarocchi e sviluppo dell’intuito.

Le immagini dei Tarocchi, nell’Arte della Memoria sono strettamente collegate alla scrittura. Chi impara a leggere e a scrivere, ha la possibilità di mettere su carta pensieri, concetti, avvenimenti e può leggerli, assimilarli, studiarli e riportarli nel tempo finché lo desidera. Da sempre l’uomo ha cercato di mettere a punto delle tecniche che gli permettessero di tramandare e ricordare facilmente sia gli avvenimenti passati che le circostanze contingenti, connesse con le proprie attività.

La memoria naturale ( le capacità mnemoniche del nostro cervello), poteva senza dubbio essere potenziata ma, senza l’aiuto di un supporto “esterno”, di una sorta di “memoria artificiale” difficilmente avrebbe potuto raccogliere tutto  ciò che riguardava il globo terrestre. I manuali storici di mnemotecnica, ci aiutano a comprendere in cosa consiste questa disciplina che, nel Rinascimento, fu considerata più una derivazione dell’Arte Oratoria che una tecnica importante per la propria evoluzione spirituale.

arcano-maggiore-dei-tarocchi-appeso

Per capire meglio questo concetto, proviamo ad analizzare gli elementi costitutivi fondamentali dell’arte. Questi sono :

  • I luoghi
  • Le immagini
  • La memoria delle cose
  • La memoria delle parole

I luoghi sono posti che la capacità di memorizzazione è in grado di riconoscere. Le immagini sono forme, simboli di quello che vogliamo ricordare. La memoria delle cose  ricostruisce le immagini per aiutarci a ricordare un argomento, un concetto. La memoria per le parole deve recuperare delle immagini per ricordare ogni singola parola.

Quindi, chi desidera memorizzare qualcosa, deve sistemare il ricordo in “luoghi” dedicati, in modo da poterlo poi richiamare a memoria. Apparentemente questo concetto può risultare estraneo all’argomento che stiamo trattando, il significato dei Tarocchi. In realtà “l’arte della memoria”, come l’abbiamo spiegata, ci aiuta a capire le corrispondenze tra il luogo relativo alla carta dei Tarocchi analizzata (cioè la sua posizione nella stesura delle carte), e le immagini ( cioè le figure dei Tarocchi). Sommando tutti questi particolari ottenuti dal “ricordo” e dal “sentimento” che la carta suggerisce, si attiva un metodo di autoconoscenza che risulta essere un vero percorso evolutivo.

Per ogni Arcano Maggiore e Arcano Minore, osserveremo i simboli presenti sulla carta, l’azione che compie il personaggio e il messaggio dell’archetipo che la carta richiama. Ecco che il simbolo, in questo caso, ricopre il ruolo di immagine, esattamente come la figura stessa presente sulla carta. L’azione che la figura compie viene associata al “gesto”, (memoria di cose e parole) che dà il senso all’interpretazione. L’archetipo che la carta richiama, altro non è che il Principio Unico collegato al significato generale della carta. L’archetipo è lo strumento base per utilizzare la carta come mezzo di trasformazione personale. Vedremo meglio questo concetto nelle Monografie degli Arcani Maggiori e Minori, testi che sono presenti sul sito e che potete trovare qui: http://amzn.to/2kcmygC